Forgot your password?

We just sent you an email, containing instructions for how to reset your password.

Sign in

  • La vita è un pò come la corteccia delle querce da sughero, a tratti liscia e uniforme e poi travagliata da solchi, da rughe e nodi che la deformano profondamente ma che fanno parte della sua bellezza.
    Avevo un grande amico, uno di quelli per cui faresti qualsiasi cosa.
    Eravamo sempre in sintonia, stesse idee, stessi interessi, mai una discussione, mai un litigio in dieci anni, a parte un pò di sana competitività nelle partite di Scarabeo.
    Poi un giorno tutto si è guastato, andato a male...
    Lui ha creduto a cose che dieci anni di profonda amicizia gli avrebbero dovuto impedire anche solo di pensare...
    Tutto perso, anni di parole, di pensieri, di immagini, di suoni, tutto cancellato.
    Ma io mi trovo a pensarci spesso, e forse mi sbagliavo su di lui, credevo cose che non erano, allora forse è solo lui che ha perso un grande amico, io non l'ho mai avuto...




    Photo Roberto Franza
    • Share

    Connected stories:

About

Collections let you gather your favorite stories into shareable groups.

To collect stories, please become a Citizen.

    Copy and paste this embed code into your web page:

    px wide
    px tall
    Send this story to a friend:
    Would you like to send another?

      To retell stories, please .

        Sprouting stories lets you respond with a story of your own — like telling stories ’round a campfire.

        To sprout stories, please .

            Better browser, please.

            To view Cowbird, please use the latest version of Chrome, Safari, Firefox, Opera, or Internet Explorer.