Forgot your password?

We just sent you an email, containing instructions for how to reset your password.

Sign in

  • Una parete viola e un divano verde. Stupore, nel trovarli in un luogo simile; nello spazio di un sottile sorriso sornione. Il condizionatore e quel pavimento lucido costellato di macchie coloratissime hanno il potere di mettere a proprio agio. Ogni singolo bottone del divano attira l'attenzione di chi osserva: ombre e vivaci chiaroscuri creati dalla luce gialla sono universi a sé. Un momento e qualche fotografia sbiadita. I passi di bastone librano nel cosmo di ovatta. Le chiacchiere a un fil di voce dei passanti e i loro passi -pochi: più parole che passi, più pensieri che idee- sfumano sempre tanto da non farne avvertire mai il finale. Luce attutita, rumori soffusi, parole: un attimo lontane, più nulla. Solo. Una parete viola e un divano verde.
    • Share

    Connected stories:

About

Collections let you gather your favorite stories into shareable groups.

To collect stories, please become a Citizen.

    Copy and paste this embed code into your web page:

    px wide
    px tall
    Send this story to a friend:
    Would you like to send another?

      To retell stories, please .

        Sprouting stories lets you respond with a story of your own — like telling stories ’round a campfire.

        To sprout stories, please .

            Better browser, please.

            To view Cowbird, please use the latest version of Chrome, Safari, Firefox, Opera, or Internet Explorer.